Fin dalla sua costituzione, la Fondazione Attilio e Elena Giuliani persegue, in particolare, un ambito tematico: l’identità. 

Configurandosi quale istituzione di riferimento per le attività culturali, per la restituzione degli studi specialistici sul genius loci attraverso le tecnologie digitali ed intendendo da sempre stimolare un rinvigorito senso di appartenenza e partecipazione attiva alla vita culturale e civile del territorio, la Fondazione Giuliani ha deciso di avviare nel 2021 una nuova iniziativa che si inserisce nell’ambito delle trattazioni relative alla mobilità internazionale degli italiani.

Alla ricerca di vecchie e nuove motivazioni, il Progetto volge lo sguardo ai giovani calabresi che, a seguito – o nel corso di – un qualificato percorso formativo in Calabria, hanno deciso di spendere le proprie competenze all’estero, abbandonando la terra d’origine, con la quale tuttavia mantengono un forte legame affettivo ed un senso di sincero attaccamento. 

L’aspirazione che la Fondazione nutre – conformemente alla mission definita nel proprio statuto – è quella di creare le condizioni per un concreto riavvicinamento, se non fisico, almeno di ambito professionale, al fine di rendere la prestigiosa sede della Fondazione stessa, Villa Rendano, un luogo – fisico e digitale – di confronto, scambio e progettazione partecipata.

Aderisci al progetto

Se hai studiato in Calabria e ti sei trasferito all’estero, compila il modulo e aderisci al progetto.